Consulenza e Didattica

Luca Ruggero Jacovella
perito musicale, pianista, compositore, ricercatore

E’ iscritto dal 2000 all’Albo dei Consulenti Tecnici d’Ufficio del Tribunale Civile di Roma.

Effettua perizie di parte (CTP) e d’ufficio (CTU) per dirimere casi di plagio in musica.

Forte di una esperienza professionale trentennale e di una multiforme preparazione accademica (vedi bio), per effettuare consulenze e perizie si avvale di un sapere interdisciplinare nutrito anche dai più recenti studi scientifici e musicologici nel campo della cd. “popular music”.

Articoli, interviste e pubblicazioni di Luca R. Jacovella sul diritto d’autore, il plagio, la creatività in musica, l’improvvisazione, etc.:

  • Coautore del saggio “Le musiche audiotattili e il diritto d’autore. Una revisione paradigmatica”, scritto insieme all’etnomusicologo Vincenzo Caporaletti. Rivista di Diritto delle Arti e dello Spettacolo, n.2/2017. vedi… /leggi su Academia.org…
  • Intervista su In-Giustizia online “Il plagio in musica attraverso un diverso approccio culturale“: leggi…
  • Intervista sul blog L’Espresso dell’Avv. Macaluso – “Somma arte, improvvisare“: leggi…
  • Dignità Culturale e di Diritto per gli autori di opere estemporanee (lettera aperta alla SIAE): leggi…
  • Intervista sul caso Morricone-Subsonica su Lettera43.it: leggi…
  • Intervista su Jazzit: leggi..
  • “Introduzione del Diritto di Estemporizzazione” – Una proposta di legge: leggi…
  • Opera e Composizione nel diritto d’autore, trova le differenze” – articolo su Concertainment.it: leggi…
  • La tutela della creatività in tempo reale – Intervista di Ludovico Peroni a Luca R. Jacovella su RecensioniMusicali: leggi…
  • Pecore, musica e diritto d’autore – Articolo su Concertainment.it: leggi…
  • “Il riconoscimento del diritto d’autore sulle improvvisazioni creative – Intervista di Fabio Ciminiera a Luca R. Jacovella su Jazzconvention: leggi…
  • Verso un riconoscimento del diritto d’autore sulle improvvisazioni creative” – Articolo su Concertainment.it: leggi…
  • “Soundreef, oppure i miei diritti me li gestisco da solo? – Intervista di Anna Maria Dalla Valle a Luca R. Jacovella su LaFlauta.it: leggi..
  • “Siae abbassa le tariffe grazie ad una petizione – Articolo riguardante l’attività di Luca R. Jacovella su Ziomusic.it: leggi…
  • “La teoria del Concertainment” – Articolo di Luca R. Jacovella su concertainment.it

D: Chi è il Perito Musicale?

R: Il Perito, o consulente, è un professionista iscritto all’Albo dei Consulenti Tecnici (C.T.U.) di un Tribunale, avendo dimostrato una “speciale competenza” nel settore specifico oltre ad una “specchiata moralità”.
Il C.T.U. viene chiamato dal giudice per svolgere una perizia giurata riguardante un aspetto tecnico (musicale) decisivo ai fini di determinare un esito in una causa fra due parti in lite fra loro. In questo caso si parla di “Consulenza Tecnica d’Ufficio”.
Viceversa, il Consulente può essere chiamato anche da un privato (o società) che desidera presentare una perizia giurata allo scopo di dimostrare ed avvalorare le proprie ragioni e le proprie pretese all’interno di una controversia, o in seguito alla nomina di un C.T.U., o comunque anche per supportare una istanza stragiudiziale. E’ questa la “perizia di parte” o “Consulenza Tecnica di Parte (C.T.P)”.

D: In quali casi un privato, o una impresa, può richiedere una perizia giurata?

R: I casi forse più frequenti sono le lesioni del diritto d’autore, fra cui il cosiddetto “plagio”. Quando cioè, si ritiene che un altro brano musicale, depositato alla SIAE (o in altra società estera o comunque reso pubblico) successivamente da un altro autore, sia uguale o molto simile, o che contenga evidenti assonanze di elementi musicali con il proprio brano considerato originale ed antecedente (tipi: plagio usurpazione o totale; parziale; camuffato, ..).
E’ utile citare un passo da “Contratti di diritto d’autore” di De Sanctis-Fabiani (pag.149 par.37): “L’utilizzazione, nell’opera, di brani, parti o intere opere altrui, senza consenso del titolare dei relativi diritti, si configura come contraffazione o come plagio. In questo secondo caso, l’abusiva utilizzazione del contenuto di un’opera altrui si accompagna ad una appropriazione della paternità intellettuale che si concreta nell’indicare il proprio nome come autore o, comunque, nel qualificarsi come autore dell’opera. L’utilizzazione abusiva di elementi creativi dell’opera altrui, con o senza appropriazione di paternità, può essere mascherata o camuffata”.
In questo caso, il perito analizzerà i due brani in questione nelle loro versioni audibili (se possibile) e attraverso le partiture depositate in SIAE. Verranno presi in considerazione tutti i parametri del linguaggio musicale (melodia in primis, ma anche armonia, ritmo, arrangiamento, ecc..) per formulare una conclusione a sostegno dell’autore denunciante (se trattasi di “perizia di parte”).
Sempre rimanendo nell’ambito del diritto morale d’autore, si possono verificare lesioni ed abusi da parte di chi disconosca la paternità intellettuale dell’opera tutelata. Sono da menzionare a proposito casi di deformazione, mutilazione, modificazione od ogni atto a danno dell’opera che possa essere di pregiudizio al suo onore e alla sua reputazione (come recita l’art. 20 della legge sul diritto d’autore-22/4/41 n.633).

I casi comunque, sono molteplici e vari; l’esperto potrà in ogni modo esprimersi solamente in merito all’aspetto tecnico-musicale della controversia, ed ovviamente non riguardo il diritto, per il quale è preposto l’avvocato.

D: Come avviene la consulenza?

R: Si può richiedere un semplice parere preliminare, o una perizia giurata.

Il parere da esperto: il cliente fornisce tutto il materiale necessario per una attenta analisi del caso. Il parere verrà espresso anche in forma scritta, se richiesto.
Le competenze variano a seconda della complessità del caso, delle eventuali trasferte, rimborso spese sostenute, ecc…, e verranno concordate dietro richiesta del cliente. Il perito rilascerà ricevuta per quietanza.

La perizia giurata: riveste un significato diverso, in quanto il perito si assume tutte le responsabilità legali delle proprie affermazioni. Identiche modalità di inizio attività peritali. La perizia prevede la forma scritta.
Le competenze variano a seconda della complessità del caso, delle eventuali trasferte, rimborso spese sostenute, ecc…, e verranno concordate dietro richiesta del cliente.

RICHIEDI UNA PERIZIA MUSICALE O UNA CONSULENZA: info@lucajacovella.com


DIDATTICA: CORSO – PIANOFORTE COME PROFESSIONE

Corsi e lezioni individuali mirate al professionismo e alla riqualificazione del pianista in ambito musicale moderno e dell’ entertainment, tenute dal M° Luca Ruggero Jacovella.

Particolarmente adatto ai pianisti classici che desiderano conoscere in breve tempo le basi fondamentali della musica jazz e pop per poter acquisire creatività armonica e improvvisativa.

Consigliato per i pianisti e tastieristi già avviati alla professione, al fine di migliorare le proprie competenze approfondendo argomenti quali:
tecnica razionale pianistica, armonia funzionale moderna, stilemi e tecniche jazzistiche, arrangiamenti creativi di standards ed evergreen.


NEWS 2013: APPELLO PER IL RICONOSCIMENTO DEL DIRITTO D’AUTORE SULLE IMPROVVISAZIONI CREATIVE, RECEPIMENTO DEL DECRETO M.I.U.R. del 3 Luglio 2009.(di Luca Ruggero Jacovella)

Clicca qui per accedere al testo integrale su change.org (Clicca…). Petizione chiusa con successo.


NEWS 2009: SIAE mod. 1026 per la dichiarazione degli incassi – ora anche in copia informale

Grazie all’interessamento del M° Luca R. Jacovella, il modello SIAE 1026, obbligatorio per la dichiarazione degli incassi di hotel, locali, club, ecc.., viene ora accettato dalle sedi anche in fotocopia (o scaricato da internet), e non più solamente in “originale” a pagamento. Un risultato del quale beneficeranno tutti gli esercenti con musica dal vivo.